olio fa ingrassare

Benessere, dieta ed EVO. L’olio d’oliva fa ingrassare?

Se vi piacciono le metafore, ve ne offriamo una di quelle che spiazzano: per noi siciliani, non c’è oro che valga più dell’olio. Rigorosamente olio extra vergine d’oliva.

Stiamo parlando per metafore. Ma nella quotidianità, l’olio – con quel suo verde vibrante, i suoi profumi decisi, l’abbondante uso quotidiano – a queste latitudini, è l’essenza più autentica della memoria del territorio, è un patrimonio culinario diffuso e, con gli uliveti che ricamano i paesaggi dell’Isola, evoca il lavoro della terra e la piacevolezza di una dieta genuina.

PERCHÉ SI PENSA CHE L’OLIO FACCIA INGRASSARE?

A proposito di salute e di dieta. Sono in molti a pensare che l’olio faccia ingrassare o prendere peso. Ma prima di sciogliere questi dubbi, è importante ricordare che grazie ai suoi innumerevoli e preziosi principi nutrizionali (dai polifenoli agli omega 3, dalla vitamina E ai grassi insaturi che aiutano a ridurre le malattie cardiovascolari, combattono l’invecchiamento delle cellule, sono antivirali, antiossidanti e antinfiammatori), l’olio, soprattutto quello extravergine di oliva (cioè quello di prima spremitura, senza l’aggiunta di additivi, ed estratto solo attraverso procedimenti meccanici), è un elemento insostituibile nella dieta mediterranea e del mangiar sano Made in Sicily.

In realtà, nonostante l’alta concentrazione di grassi e il suo apporto calorico, non è vero che l’olio extravergine di oliva fa ingrassare. Proprio perché i grassi che contiene sono quelli buoni. A dirlo non siamo noi – che con orgoglio produciamo un olio extravergine di oliva monocultivar di Nocellara dell’Etna, antica e nobile varietà da noi stessi coltivata alle pendici del vulcano – bensì studi e ricerche scientifiche internazionali. Riprese e citate anche da giornali e riviste. Anche recenti, tipo questa su Io Donna:

«Questa è una sorpresa per chi coltiva ancora il pregiudizio che sia il computo energetico a promuovere o bocciare un alimento: l’extravergine ha nove calorie per grammo ma non fa mettere su chili, se usato nelle quantità consigliate. Che sono quattro cucchiai al giorno per un uomo e tre per una donna, in base alle Linee guida italiane per una sana alimentazione. Sarà quel centinaio di calorie a compromettere la forma fisica? No».

Sfatato il falso mito per cui l’olio d’oliva fa ingrassare (se assunto secondo le quantità indicate) è interessante pure ricordare che, circa due anni fa, la Food and Drug Administration americana (l’ente che negli USA stabilisce la regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici) ha deciso di considerare l’olio come un vero e proprio farmaco, per la prevenzione e il contrasto ad una serie di malattie.

OLIO D’OLIVA SULLA PELLE: TUTTI I BENEFICI

Non solo. Come detto sopra, tra i preziosi nutrienti contenuti nell’olio extravergine di oliva, c’è la vitamina E, nota per le sue qualità antiossidanti e di contrasto contro l’invecchiamento cellulare determinato dai radicali liberi. Anche per questo l’olio extravergine d’oliva è ideale per la pelle ed è considerato un alleato della bellezza. Tanto che sono molti i trattamenti consigliati per lenire, massaggiare, reidratare o struccare la pelle con l’olio d’oliva. Queste proprietà lenitive, che fanno dell’olio extravergine d’oliva un unguento naturale per la pelle, sono determinate dalla presenza dello squalene, una preziosa sostanza estremamente idratante, usata anche nei prodotti della cosmesi moderna.

E PER FINIRE: OLIO D’OLIVA PER I CAPELLI

Detto che l’olio extravergine d’oliva non fa ingrassare, ricordate le sue caratteristiche benefiche per l’organismo e le sue qualità nutritive per la pelle, ecco un ultimo “rimedio della nonna”, perfetto per questi primi giorni di mare. L’olio extravergine d’oliva è un’ottima cura anche per i capelli, a rischio disidratazione per l’acqua salata del mare: un impacco con l’olio Evo e la vostra chioma ritroverà lucentezza e nutrimento.